Non sono ancora le 20 di domenica 30 giugno, quando Matteo ‘DevilMat’ Alba gioca l’ultimo turno in assoluto della Road to QLASH House II Grand Final. Ed è un turno alla Rogue, di quelli che ti giri un attimo e da 18 punti vita ti ritrovi a 0, con l’avversario che nel frattempo ha giocato una mezza dozzina di carte spendendo la metà del mana a sua disposizione.

8 danni da board, Furfante del M.A.L.E. che, grazie allo Spirito dello Squalo, produce quattro lacchè, un paio dei quali capaci di fare 2 danni, o meglio quattro proprio in virtù dello squaletto, Sventramento e attacco con Piccobaldo: Dario ‘JDart’ Cozzo sventola bandiera bianca e il ventiquattrenne di Vicenza si porta a casa la finalissima e un contratto di un anno per entrare nella QLASH Hearthstone Academy.

È l’epilogo di una giornata intensa, divertente e a tratti spettacolare, impreziosita dalla presenza di altri due giocatori che hanno dato del filo da torcere ai loro avversari, e cioè Luca ‘TheBergund’ Germenia e Gabriele ‘Atan’ Gallo, già finalista della prima edizione.

DevilMat e JDart prima della finale

Un Paladino accerchiato dai Ladri

Riavvolgendo il nastro all’inizio della Road to QLASH House Grand II Grand Final, possiamo dire che i consueti pronostici della vigilia sono stati stravolti, come spesso succede su Hearthstone. Sì, perché in teoria la lettura di Atan avrebbe dovuto rivelarsi corretta: il suo OTK Paladin, pieno di cure e di stalli, avrebbe dovuto sguazzare tra le varie versioni di Rogue dei suoi avversari.

E invece il giocatore siciliano, alla seconda esperienza nella finale della Road to QLASH House, è incappato in una di quelle classiche giornate storte in cui peschi al contrario e il tuo mazzo s’incarta. Come quando, durante il match in Loser Bracket contro JDart, l’ex giocatore dei Mkers trova Duello! dalla Volpe Sfuggente, lo gioca e dal mazzo di Atan esce proprio Shirvalla! Qui trovate la clip del momento forse più clamoroso della giornata.

Alla fine, i Ladri sono riusciti a ‘rubare’ la finale, anche se il Pogo Rogue di TheBergund – che pure aveva battuto il Paladino di Atan nel primissimo match del Grand Final – non si è rivelato efficace per controbattere le angherie dei colleghi.

Così, a giocarsi l’accesso in Academy, con il puntuale commento di capitan Luca ‘Bertels’ Bertelli e Jolanda ‘Yocto94’ Murra, sono stati proprio DevilMat e JDart, col player siciliano chiamato all’impresa: provenendo dal Loser Bracket, infatti, Dario avrebbe dovuto vincere due sfide consecutive di Specialist Best of 3.

È riuscito a portarsi a casa la prima per 2-1, ma nel Best of 3 decisivo il suo avversario l’ha spuntata con un netto 2-0.

Appuntamento all’anno prossimo? Forse…

“Sono contento, non credo di aver giocato alla perfezione, anzi, ho fatto più di una sbavatura”, ha dichiarato DevilMat a caldo, dopo la finale. “Ma sentivo molto la partita, era importante per me. Ho comunque cercato di dare il 100% e sono felicissimo”.

Con le parole del primo giocatore ad entrare nella QLASH Hearthstone Academy, si chiude la seconda edizione della Road to QLASH House. Un appuntamento ormai diventato fisso tra gli eventi targati QLASH, che riproporremo sicuramente l’anno prossimo.

O forse prima…?

Stay tuned!