25 Jul 2017

Shaman Midrange (di Noblord): minion, minion e ancora minion!

Lo scorso weekend si è disputato il Deamhack di Atlanta, che ha visto arrivare in finale Noblord e DrJikininki: ad avere la meglio è stato il secondo, che si è aggiudicato l’onore, la gloria e il lauto premio!

Oggi vi voglio parlare dello Shaman Midrange di Noblord, mazzo molto forte in torneo che a tratti mi ha ricordato (come pressione che metteva) il vecchio Druid: ricordate la combo mortale Treant+Roar, che costringeva gli avversari a cercare di rimuovere i minion del druido, facendo trade sfavorevoli e turni inefficienti?

Noblord Shaman ListNoblord non è estraneo a questa tipologia di mazzo: infatti negli Spring Playoff americani aveva già portato una lista simile che ha perfezionato e adattato a questo meta tornei stico, per performare al meglio in questo Dreamhack.

Il Mazzo

La filosofia del mazzo è riempire il board di minion e vincere grazie a Bloodlust, gameplan molto simile a quello dell’Evolve Shaman, ma con qualche differenza.

Per prima cosa, il mazzo non può contare sulla combo Doppelgangster + Evolve, ma in compenso ha un comparto Jade più fornito, grazie a Jade Spirit – che è molto forte in ottica setup di Bloodlust, perché mette due body nello stesso turno – accompagnato dai “soliti noti”: Jade Claws, Jade Lightning e Aya Blackpaw.

Il reparto elementali è invece molto povero: Fire Fly e Jade Spirit sono gli unici attivatori per Kalimos, Primal Lord, che però in questo mazzo – oltre alle opzioni di board clear e di danni in testa – è molto performante anche con il summon dei minion 1/1, con la minaccia Bloodlust.

Sea Giant si adatta molto bene alla filosofia del mazzo, dato che in campo avrete sempre molti minion. Thing from Below è un punto fermo in questa lista, visto che è molto comune fare hero power per riempire la curva di mana e tenere sempre la minaccia Bloodlust attiva con minion supplementari in campo, o per fare dei trade favorevoli grazie a Flametongue Totem.

Come peschino Mana Tide Totem è tutto ciò di cui si può avere bisogno. Molto spesso gli avversari saranno costretti a rimuovere un ipotetico Primalfin Totem, giocato il turno precedente, per evitare lethal di Bloodlust – cosa che favorisce pescate supplementari turno dopo turno.

Stonehill Defender è una scelta molto solida per l’early game: con Earth Elemental e White Eyes come taunt di classe, le chance di avere una ottima follow up di quinto turno sono molte.

Bloodsail Corsair e Patches the Pirate sono fondamentali e sinergizzano perfettamente con il mazzo, dando la possibilità di avere più minion su board con l’evocazione speciale di Patches e soprattutto togliendo stack a ipotetiche armi che potrebbero minare il board control durante i primi turni di gioco.

Mulligan

Bloodsail Corsair, Fire Fly, Jade Claws, Stonehill Defender e [Malestrom Portal] sono ottimi da tenere contro matchup aggro, seguiti da Primalfin Totem, Mana Tide Totem e Flametongue Totem.

Per quanto riguarda l’utilizzo di Fire Fly, è molto importante ricordare che, salvo matchup ultra-aggro dove avere il board control nei primi 3 turni è la cosa più importante, questa carta va sfruttata come attivatore per Kalimos, Primal Lord: ecco perché bisogna sempre cercare di tenere il suo spawn in mano, in attesa dell’arrivo del signore degli elementali!



Hearthstone professional player | underestimated vocalist | millenium hashtag: #polloisonfireeeeeee







Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2017 Team QLASH