6 Oct 2017

Milan Games Week: la review

Dal 29 settembre all’1 ottobre si è svolta la Milan Games Week 2017, una delle fiere più importanti nel panorama esportivo italiano. Il numero di iniziative e novità era veramente interessante e tantissime persone erano sicure che la sera dell’1 ottobre, a fiera conclusa, qualcosa sarebbe cambiato. In data odierna, possiamo dire che è stato effettivamente così?

L’analisi della MGW 2017

Cominciamo analizzando la fiera. La Milan Games Week è principalmente un evento espositivo, per cui non ci sono troppi negozi, ma piuttosto svariati stand che propongono le novità imminenti, come giochi o nuove tecnologie.
Tra i tantissimi stand, quello a cui mi sono interessato di più è la PG Arena, cioè un palco di gioco veramente particolare. Perché?
Molto semplicemente, perché propone un modello di “arena” gaming mai visto in Italia, ispirato a quello del grande intrattenimento a stelle e strisce.PG Arena

L’arena era, infatti, sviluppata a cerchio, con un palco centrale su cui i giocatori si sono dati battaglia.

Inoltre, non potevano mancare dei mega schermi che sormontavano il palco. Sicuramente, lo spirito di iniziativa che Personal Gamer, ideatori e realizzatori dell’evento, ha voluto mostrare è tanto e non posso che apprezzarlo, ma siamo davvero all’anno zero dell’esport italiano, come molti hanno detto?

Anno zero? Nì…

Beh, non me la sento di rispondere affermativamente al cento per cento, ma sono invece sicuro del fatto che in questi tre giorni di Milan Games Week la community italiana fosse viva!
L’arena era piena, con un pubblico entusiasta e con un ottimo livello di intrattenimento. I caster hanno fatto un ottimo lavoro, mostrando che anche in Italia siamo quasi pronti. Perché quasi?
Perché giocatori, manager, coach e community sono pronti, ma la struttura ancora no.

In Italia non esiste ancora il concetto di gaming che abbiamo noi giocatori, tanto meno di esport. Le community hanno voluto farsi sentire e evidenziare i vari problemi sui social, perché come ad ogni evento ci sono stati dei problemi. In particolare per i giocatori di Overwatch, che hanno passato dei momenti abbastanza difficili, tra spostamenti, lag e computer non adatti.

Tuttavia, non dobbiamo demoralizzarci, perché qualcosa si sta muovendo. Con la giusta calma arriveremo ad un livello ideale, ma dobbiamo dare tempo al tempo. Ad oggi, sono tantissime le associazioni e le sale LAN italiane che competono e sono entrate nel mondo esport. Perché, quindi, abbattersi per un evento che ci ha permesso di fare un grande passo in avanti?

Avanti con fiducia!

Abbiamo visto tantissime novità e tantissimi giocatori col sorriso: facciamo tesoro di questi momenti, belli e difficili, e usiamoli come spunto per migliorare, migliorare e MIGLIORARE.

Siamo all’inizio, forse neanche al vero e proprio inizio, quindi di cosa abbiamo paura? Che il motore non inizi a carburare così presto come vogliamo? Prima o poi succederà, quindi tutti noi dobbiamo fare del nostro meglio, organizzatori e community.

Quindi, il verdetto per questa Milan Games Week è: PROMOSSA.

Sono stato molto contento e soddisfatto di vedere realtà nuove, come DMAX, lanciarsi nel mondo dell’esport, così come è stata una bellissima esperienza poter parlare e confrontarmi con il commentatore di Sky Italia Michele Posa (sì, sono un fanboy del wrestling e della WWE).

Son sicuro del passo avanti che abbiamo fatto e ne faremo altri, ma diamoci tempo, perché non dobbiamo inciampare troppe volte!


Blogger | "La mia vita per l'orda" | Pokemon lover and TCG passionate player






Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2017 Team QLASH