12 Jan 2018

Rants from Wolly: che tristezza ‘ste lineup!

Ultimo venerdì prima dell’Hearthstone World Championship di Amsterdam, quindi potete ben immaginare di cosa intendo parlarvi oggi!

Tuttavia non sarà un’analisi tecnica su questa o quella lineup, altrimenti che rant sarebbe?

Vi lascio qui il VOD in cui analizzo le lineup per decidere il mio campione per le bustine

E su cosa dovrei mai “rantare” dunque? Beh, le avete viste le lineup? ‘na tristezza!

Tolti 4-5 arrembanti pazzoidi, tra cui il mio campione Sintolol, è un copia-incolla della stessa lineup!

Antiaggro con più o meno soft-counter a Razakus, ban Warlock.

Mai visto, in più di 3 anni su Hearthstone, un torneo con lineup così ripetitive.

Un problema che si ripete

E in tutta onestà non mi sento di dare la colpa ad altri se non Blizzard, che è da Mean Street of Gadgetzan che pubblica espansioni che mettono i giocatori su binari scontatissimi. Prendiamo d’esempio proprio l’espansione che ho citato: ricordo di aver sempre detto come più che un set di bustine, mi sembrassero una serie di mazzi preconfezionati, super intuitivi da montare, e con un power level talmente alto che dal giocarli non c’era scampo.

Mazzi Jade, copia singola e Pirati erano palesemente più forti di tutti gli altri: dovevi solo arrenderti il prima possibile al giocarli e metabolizzare il fatto che anche il più impreparato dei giocatori, messa insieme la lineup ottimale in pilota automatico, poteva dire la sua e buttarti fuori da un torneo per il quale ti eri preparato 100 volte più di lui.

Passo dopo passo ci siamo abituati a carte dal power level sempre più alto che giocassero al posto dei giocatori, ed eccoci ai giorni nostri con carte come Corridor Creeper (che speriamo di vedere nerfato nella prossima ondata di bilanciamenti annunciata su Twitter da Ben Brode) che sono sì fortissime in sé, ma che diventano letteralmente OP (Overpowered = esageratamente forti, da bilanciare) quando sinergizzano con altre carte.

Carte delle quali Blizzard ha decisamente frainteso il potenziale, vedi Patches the Pirate, o che ha semplicemente pubblicato affinché il più casual degli utenti potesse scalare la ladder senza troppi problemi.

Blizzard, sveglia!

E badate bene, il fatto che anche il meta torneistico sia già così stantio a solo un mese dall’uscita di Kobolds & Catacombs, è la prova definitiva che non ci troviamo di fronte a carte che sembrano troppo forti ai neofiti, e che i pro invece sanno gestire, NO! Siamo di fronte a palesi errori di bilanciamento che non lasciano scelta se non essere tra quelli che ne abusano!

Blizzard si era ripromessa, dopo il clamoroso errore di Small-Time Buccaneer (inizialmente uscito come 1/2 anzichè 1/1) di essere più tempestiva coi nerf.

Be’, ad un anno e passa di distanza posso dire che non sono stati di parola.

Siamo tutti consapevoli del power level assurdo di Razakus Priest, eppure non si è fatto nulla “perché tanto ruota fuori standard ad aprile”. Quindi è ok avere per quasi un anno un mazzo così stupidamente forte che monopolizza meta torneistico e ladder?

Eppure con Quest Rogue si mossero più rapidamente, e paradossalmente la community pro non lo riteneva nemmeno un nerf necessario!

Vorrei capire chi Blizzard ascolti per decidere “se”, “come” e “quando” operare dei nerf, perché al momento davvero non ne ho idea. E se uno speculatore nato come me non ha appigli su cui formulare anche solo l’ombra di un’ipotesi… è un brutto segno!

Grazie a tutti per aver letto quest’ennesimo rant, spero sia tutto sommato un bello spettacolo quello che ci attende settimana prossima. Spero di vedervi sul mio canale Twitch per discutere insieme dell’andamento del mondiale!


Hearthstone professional player | legend | sushi addicted | streamer in the dark







Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2018 Team QLASH