11 Jan 2018

Problemi contro Highlander Priest? Ci pensa il caro vecchio Jade Druid!

Ciao amici, bentrovati!
Oggi vi voglio presentare il deck con cui ho raggiunto il Legend e sto continuando ad utilizzare per scalare verso la top: Jade Druid. Sì, so che conosciamo bene questo deck, ma dopo Kobolds & Catacombs, molte carte e, di conseguenza, la strategia del deck sono cambiate parecchio.

Why Jade Druid?

Innanzitutto, perché giocare Jade Druid? È, con alta probabilità, il miglior counter di Razakus Priest, con circa il 60-65% di win rate in quel match-up, e a differenza di quanto si possa pensare, non se la cava malissimo contro i tempo deck..

Il “pacchetto” Oaken Summons aiuta molto in quei casi, e le Spellstone sono davvero forti. Soffriamo molto Murloc Paladin e Zoo e abbastanza Control Warlock, ma per il resto possiamo giocarcela. Quindi, se incontrate questi deck, non provatelo, altrimenti è un ottimo deck.

Prete, non ti temo!

Il nostro gameplan, come dicevo, è cambiato molto rispetto a prima: non tanto contro aggro e tempo deck, nel qual caso ci dovremo difendere come abbiamo sempre fatto (e le Spreading Plague, gli Oaken Summons e le Spellstone saranno molto d’aiuto) ma soprattutto nel match-up con Razakus Priest, che è quello che ci interessa di più.

In questo match-up giochiamo un po’ come il vecchio Control Warrior contro Freeze Mage: cerchiamo di prendere pochi danni dai minion in early game, e useremo i nostri Branching Paths quasi esclusivamente per armor.

Sia nel mulligan, sia durante la partita cerchiamo soprattutto Malfurion the Pestilent, che è la carta che sposterà di molto la partita in nostro favore. Per questo motivo, ricordiamo che rampare è importante se abbiamo Ultimate Infestation in mano, ma negli altri casi le Nourish sono il nostro motore di pesca per trovare il Death Knight, quindi le utilizzeremo con quello scopo.

Come dicevo, mentre prima cercavamo di mettere pressione rampando mana e jade, ora cerchiamo principalmente di controllare il game, di non prendere danno e trovare “2 mana 3 armor ogni turno” in modo che lo Shadowreaper Anduin dell’avversario non possa ucciderci.

Occhio a Velen

È importante ricordare di tenersi un removal per Prophet Velen, e avremo quasi sempre la partita in pugno. I jade saranno esclusivamente il nostro modo per chiudere la partita e per tenere board in early game, saremo noi a tradare sempre i minion dell’avversario.

Per il resto, qualsiasi risorsa riusciamo a far “sprecare” all’avversario, saranno danni in meno a cui dovremo sopravvivere una volta che ci sarà Anduin. Sarà importante, una volta trovato Malfurion, fare hero power ogni turno, e raggiungere un life-total safe quanto prima, che varierà a seconda delle carte rimaste all’avversario.

Personalmente, mi sono trovata molto bene con questo deck: ve lo consiglio vivamente in un meta di Highlander Priest, un po’ meno se la play-rate del deck dovesse calare. Buona scalata a tutti!


crime series aficionado | card game addicted | psychologist soon to be | beware her screams







Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2018 Team QLASH