30 Lug 2017

Guida: il Miracle Rogue non perde mai lo smalto

Ciao amici! Oggi vi voglio parlare di uno dei deck che io ho amato di più, anche se con il tempo ha subito numerose variazioni, di build e di play-style più in generale, per cause di forza maggiore: il Miracle Rogue.

In effetti, è stato uno dei principali bersagli dei nerf da parte della Blizzard (così come Freeze Mage, ritenuti poco interattivi e quindi fastidiosi da affrontare), passando dal nerf di Leeroy Jenkins degli inizi fino allo spostamento nella hall of fame di Conceal.

Il ‘nuovo’ Miracle Rogue

Proprio quest’ultimo cambiamento ha “costretto” Miracle Rogue a cambiare completamente play-style: infatti, se prima si trattava di un combo deck che faceva di Gadgetzan Auctioneer + Conceal il motore di card draw perfetto, e in generale di Conceal un modo per fare moltissimi danni all’avversario in uno/due turni, è invece adesso un deck tempo, che cerca di far leva principalmente sui due Arcane Giant, ma anche sulle carte che portano altre risorse (come Hallucination, Swashburglar e Shaku, the Collector) puntando sull’effetto sorpresa nei confronti dell’avversario.

Gadgetzan Auctioneer, insieme alle spell a costo molto basso di cui disponiamo, resta un ottimo modo di pescare molte carte; quello che varia rispetto a prima è che non avendo più il Conceal, non possiamo più permetterci di fare turni in cui settiamo lethal, e inoltre invece di cercare una combo che ci permette di chiudere la partita (Leeroy Jenkins + Cold Blood) andiamo a cercare i giganti per fare un turno di swing completo su board, in cui rimuoviamo board all’avversario e giochiamo 2 8/8 pressappoco incontestati.

Il mulligan

Per quanto riguarda il mulligan, è rimasto abbastanza invariato rispetto a prima: contro mazzi aggressivi (quindi soprattutto Shaman, Warrior se ci aspettiamo che sia Pirate, e Druid se pensiamo sia aggro) teniamo sempre i Backstab, gli SI:7 Agent, uno Swashburglar o un Hallucination, un [Fan Of Knives] se il resto della mano è buono e ce lo permette; una Preparation con [Fan Of Knives] o Eviscerate e Edwin VanCleef se il resto della mano è buono e ci assicura di fare un buon Edwin al turno 2/3, che contesterà board all’avversario.

Contro mazzi più lenti, quali soprattutto Jade Druid, Priest, Warrior se ci aspettiamo Taunt possiamo permetterci di tenere minion un po’ più pesanti, quali Shaku, the Collector, Sherazin, Corpse Flower e anche Gadgetzan Auctioneer se partiamo con Coin e siamo certi di avere contro un mazzo lento.

In conclusione, non è sicuramente un deck di semplice utilizzo, e va giocato parecchio per rendere al meglio, però è una buona risposta ai Jade Druid ed è un deck molto bello e divertente da giocare.


aspirante psicologa | card game addicted |appassionata di crime series






Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2017 Team QLASH