20 Dec 2017

Guida: come migliorare giocando ad Hearthstone: il LOOP

Tags: • •

 

Inspirazione – Palleggio – Stop a due mani – Palleggio – Stop a due mani – Espirazione – Tiro

Ben ritrovati amici dal vostro capitano VKing!

In occasione dei tiri liberi, durante una partita di basket, quella poco sopra era la mia routine. Ero un mostro nei tiri liberi e sono certo che buona parte del merito fosse da attribuire a quello che io definisco il mio LOOP.

In tutti gli sport e, sono sicuro, in tutti gli esport, un ciclo che metta il player a proprio agio se non addirittura in the zone è fondamentale.

Qualche settimana fa mi è capitato di parlarne con Kjell, un amico giocatore e articolista, mentre ci accordavamo su dove e quando incontrarci al DH Winter (viaggio a cui ho dovuto infine rinunciare). La sua idea, che da allora è anche la mia, è che il corrispettivo esport del loop sia una checklist mentale piuttosto che una routine fisica.

Come trasportare tutto ciò su Hearthstone?

Sembrerà stupido, ma il modo più efficace per migliorare su Hearthstone è quello di smettere di ripetere gli stessi errori. In media, questo aumenterà il winrate di un giocatore molto più rispetto all’abilità di trovare linee di gioco complicatissime e lethal improbabili.

Le basi, signori. Anche alle finali dei mondiali o durante la più recente Seat Story Cup, a ben guardare si notano disattenzioni ed errori sulle basi, ad esempio: ordine di gioco, lethal mancati o positioning errati sul board.

Il LOOP

Iniziamo allora facendo attenzione a 4 concetti molto semplici, il LOOP:

L per Lethal

Per quanto possa sembrare assurdo in un gioco come Hearthstone, restano pochissimi i giocatori al mondo che fanno il lethal check a ogni turno. A ogni turno. Non quando il lethal è ovvio.

Prendetela come una buona pratica, facendo questo tipo di addizione anche quando non è strettamente necessario diverrete più veloci e non mancherete quasi mai il bersaglio quando si presenterà l’occasione (esclusi lethal particolarmente complessi e articolati). Io predico bene, ma razzolo male. È uno dei punti deboli del mio gioco e ci lavorerò nel prossimo anno.

O per Opzioni

L’errore più comune in assoluto tra tutti i giocatori di Hearthstone, dai novellini ai professionisti, è quello di seguire la prima linea di gioco che viene carpita, soprattutto quando questa sembra una buona opzione senza troppi drawback. Tuttavia molto spesso – molto più spesso di quanto non sembri a primo impatto – esisterà una seconda scelta di gioco altrettanto efficace se non addirittura migliore.

Su Hearthstone questo è particolarmente vero nei primissimi turni di ciascuna partita e in fase di mulligan! Ho visto tantissime competizioni piene di gente in chat che spammava “autoplay LUL”, quando in realtà nei primi istanti di gara si sono dipanate almeno 6 o 7 strade e opportunità di gioco diverse.

Solo che l’utente medio non le vede. Statisticamente parlando, i professionisti di maggior successo sono quelli che prendono la seconda via, quella ottimale anziché solo “buona”, il più spesso possibile. L’RNG farà il resto.

O per Ordine

Eseguire una giocata nell’ordine corretto è fondamentale. La maggior parte degli errori più comuni possono essere evitati semplicemente eseguendo il turno in maniera ordinata. Questo comprende qualsiasi elemento ne faccia parte, dal “pescare prima”, per valutare eventualmente nuove e migliori opzioni, fino all’ordine con cui si eseguono i trade del caso.

Secret Mage spopola nella ladder? Imparare il giusto ordine nel quale giocare attorno ai vari segreti del Mage e ottimizzare tutto quel processo di risoluzione dei problemi aumenterà di tantissimo il vostro winrate contro quel deck.

P per Positioning

Il corretto posizionamento dei servitori sul board è importantissimo su Hearthstone! Un numero impensabile di partite, non solo in Arena (anzi!), viene deciso nel piccolo di uno spostamento a destra o a sinistra, molto spesso non ci se ne rende neanche conto.

Non essendo un effetto eclatante come una Ultimate Infestation

il nostro cervello non registra troppo comunemente questo tipo di informazioni, ma il motivo di una possibile sconfitta è lì sotto i nostri occhi.

Tornano di moda i Control Mage, sto facendo un positioning corretto anti-Meteor? Sto giocando lo Zoolock di Weghuz, sto piazzando i miei servitori in modo da rendere ottimale il buff di Dire Wolf Alpha? Lo sto facendo anche se il lupetto non è nella mia mano, così da poterlo sfruttare anche in caso di topdeck?

Fate queste cose come si deve e il vostro winrate si impennerà!

Per concludere

Questo LOOP formato da quattro importanti consigli vuole essere solo il mio suggerimento per un vostro miglioramento, ma non necessariamente da seguire per filo e per segno.

Così come la routine dei tiri liberi nel basket lascia a ognuno la propria libertà per concentrarsi al meglio, magari la vostra checklist mentale prevede situazioni diverse che possono comunque determinare un miglioramento netto delle prestazioni.

L’importante è che troviate qualcosa che fa al caso vostro, un punto debole che necessita di attenzione e miglioramento costanti, a cui fare caso da oggi in poi.

Come sempre vi auguro buona ladder e vi do appuntamento alla prossima!


Twitch trendsetter, translator, gamer since forever | HearthStone high legend player | infinite arena player | videogame e-prophet







Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2018 Team QLASH