2 Aug 2017

Face Hunter: deck divertente per arrivare a Legend!

Tags: • •

Greetings travelers,

è il vostro vichingo preferito a parlarvi! Oggi voglio presentarvi una guida a un mazzo estremamente particolare e quasi nostalgico, il Face Hunter proposto da InPosition a cui ho rubato buona parte dei consigli applicabili alla lista! Il divertimento è assicurato, date un’occhiata!

PERCHÉ HUNTER?

Perché sì – LOL.

PERCHÉ QUESTO DECK?

  • È veloce. È divertente. È fantastico. È anti-meta. Ci si fa legend.
  • Pilotarlo al meglio richiede anche molte decisioni da prendere e tanta skill. Nessuno gioca tech importanti che aiutino contro questo mazzo.
  • Winrate estremamente positivo vs Pirate Warrior, Paladin, Mage, Druid e altri Hunter.
  • Ci si possono inserire tech bestie anti-meta.
  • Potete usare le emote “Greetings Traveler” e “I will hunt you down!”.

Gameplan

Mulligan aggressivo per conquistare l’early game. Il piano è tenere board grazie a servitori “sticky” e azioni in sinergia > Spingere danni face e settare lethal in fretta > Chiudere in bellezza tramite burst.

È necessario sfruttare al meglio il vantaggio su board e le sinergie interne al mazzo, tra cui le interzioni con Houndmaster, Dispatch Kodo, le armi e potenzialmente impiegando un Kill Command su un taunt 5/5 se questo ci aiuterà a spingere danni face.

Arriverà un punto della partita nel quale inizieremo a perdere il vantaggio su board e in cui la partita sarà irrecuperabile dal punto di vista del “value”. Quando ciò avverrà, sarà necessario spingere al massimo verso i danni face, poiché si tratterà probabilmente dell’ultima occasione utile per farlo prima che il nostro avversario corra ai ripari. Attacchiamo con tutto: servitori, arma e hero power.

Nell’effettuare la transizione verso il midgame (che per noi sarà equiparabile al late game), dovremo stare attenti a impiegare più spesso possibile l’hero power e a calcolare bene i danni per settare lethal, oltre alle potenziali combo di buff dei servitori.

Ad esempio, se il nostro avversario sarà Aggro Druid e rimpierà il board di 2-2 con Living Mana, noi useremo questa occasione per infliggere danni face anziché tradare con Unleash the Hounds. Quando siamo costretti a pulire il board, facciamolo in combo con Scavenging Hyena, così da ritrovarci con una bestia gigante pronta a colpire nel prossimo turno.

PERCHÉ DEADLY SHOT?

Grazie alle nostre capacità di controllo del board nei primi turni, sarà quasi sempre possibile il target di destinazione sul board, anche se in origine dovrebbe essere “random”. È una win condition contro carte come Primordial Drake o Doomsayer. A volte si prende cura di Shaku, the Collector o Finja, the Flying Star, ma ove possibile tenderemo comunque a ignorare questi servitori in stealth.

PERCHÉ 1XBLOODSAIL CORSAIR E PATCHES?

Ho fatto degli esperimenti sul server NA. Lì ho incontrato diversi Warrior e Paladin, da qui la necessità di weapon removal. In tutti gli altri casi è un’ottima giocata a turno 1. Anche giocare Patches the Pirate into Golakka Crawler non è male.

Mulligan

Di nuovo, la chiave della vittoria sta nel mulligan. È sicuramente la parte più importante del game con questo deck. Dunque preparatevi a un bel po’ di righe di testo.

Senza coin dovremo fare hard mulligan per i drop da 1, fosse anche Timber Wolf… lo terremo e ci fideremo delle prime pescate alla ricerca di una soluzione migliore per iniziare bene la partita. L’unica eccezione a questa regola è Crackling Razormaw: è una carta fortissima, in grado di vincere intere partite al turno 2 con la giusta dose di fortuna, dunque è consigliabile correre il rischio e auspicare che arrivino altri drop da 1 a completare la curva.

Con l’aiuto della moneta, invece, possiamo azzardare un po’ di più e nel range dei “keep” rientrano subito Kindly Grandmother e Crackling Razormaw, specialmente giocate una di seguito all’altra. L’apertura dei sogni con il coin è questa: Nonnina > Razormaw > Rat Pack > Houndmaster.

E il deck gode di altre opening altrettanto competitive! Anche solo incastrare in serie un buon drop da 1 seguito da coin + drop da 3 può spesso bastare per creare un vantaggio forte. È necessario immaginare i turni dal 3 al 5 in ogni game e agire di conseguenza. Non si vince senza questo tipo di “gioco d’anticipo”. Occorre impiegare al massimo il mana a propria disposizione in ogni turno.

Face Hunter list EU/NA

Matchup

PALADIN. Siamo favoriti contro tutte le varianti. Contro le varianti più aggro o veloci, dobbiamo dominare il board per non lasciare che entrino in gioco buff troppo semplici da sfruttare. Dispatch Kodo può rappresentare uno swing importante al turno 4, ma è necessario anche valutare l’idea di conservare il suo battlecry per qualche danno face quando ci troveremo la strada sbarrata dai taunt di cui gode quel mazzo.

Verso il turno 5-6, ci troveremo probabilmente in svantaggio sul board e lui avrà dei pezzi pronti a godere di alcun buff importanti, tra Spikeridged Steed e Sunkeeper Tarim. Da questo momento in poi, sarà importante scegliere con cura se continuare a pulire il board o infliggere danni in testa. Se è possibile portarli a 10 o meno punti vita, scegliamo sempre la strada aggressiva e imponiamo noi il ritmo e il “clock” sulla partita. Il nostro hero power e Kill Command faranno il resto.

Contro Control Paladin, la win condition risiede nel controllo del board nei primissimi turni con minion sticky, deathrattle che impediscano un clear completo al nostro avversario e ci lascino sempre con l’iniziativa a seguito delle sue risposte. Aggressività totale, push continuo.

ROGUE. Siamo leggermente favoriti. Non godono di cure, ma sono in grado di rispondere ben al nostro board nella maggior parte dei casi, dunque il matchup dipende dalle pescate iniziali. La versione EU del mazzo gode di Deadly Shot per prendersi cura di un early Edwin VanCleef.

Spesso ignorare il board e puntare ai danni face costringerà il nostro avversario a prendere precauzioni, costringendolo a rallentare il suo sviluppo del gioco e ad effettuare trade scomodi pur di pulire il board. Solitamente questa è la scelta giusta, ma stiamo attenti a valutare tutto partita per partita e caso per caso, si tratta sempre di game sul filo del rasoio.

WARRIOR. Siamo favoriti contro Pirate Warrior e sfavoriti contro Taunt/Quest Warrior. Pescando Golakka Crawler, il matchup contro Pirate Warrior si trasforma in una vittoria automatica.

Non abbiate paura di effettuare mulligan molto aggressivi in questo caso: dovremo avere assolutamente un drop da 1 per iniziare la partita e dovremo appunto cercare i Golakka.

Unleash the Hounds unito a qualsiasi altro supporto o buff è davvero imponente nel mid game, anche contro pochi minion. Ove possibile, cerchiamo di avere sempre una risposta al loro Frothing Berserker (ad esempio, equipaggiando arma al turno 3 e avendo a disposizione Dispatch Kodo al turno 4).

Al contrario, Taunt Warrior ci distrugge facilmente e l’unico modo che abbiamo per vincere è sperare che peschino molto male. Nel nostro piccolo, cerchiamo di avere una soluzione poco pesante per gestire il taunt 2/7 senza regalare molta armatura al nostro avversario. L’adapt in veleno dal Crackling Razormaw è importantissimo e può farci vincere qualche partita.

Salvaguardiamo i servitori sticky dai board clear con Ravaging Ghoul o Primordial Drake, piuttosto effettuiamo dei trade con dei servitori con stat migliori pur di avere un minimo di iniziativa post-removal e potremo rubare qualche partita.

DRUID. Siamo favoriti contro Aggro Druid. Contro Jade Druid siamo tra il leggermente favoriti e il 50/50. In entrambi i matchup la regola è una sola: scurvare. Ovvero giocare in curva al meglio delle nostre possibilità. Miglior drop da 1 > Miglior drop da 2 > Miglior drop da 3.

Contro aggro possiamo aggiungere ai keep del solito mulligan la nostra arma costo 3. Eaglehorn Bow è l’unica risposta sensata e importante a un possibile Vicious Fledgling del nostro avversario. Cerchiamo di non farci ingolosire da Unleash the Hounds troppo presto: trova molti spazi vantaggiosi in questo match e sprecarlo su pochi minion potrebbe costarci il game.

The dream a turno 6: Timber Wolf + Scavenging Hyena + Unleash the Hounds per rispondere a Living Mana. Anche solo Scavenging Hyena + Unleash the Hounds per rispondere alla loro Bittertide Hydra.

Contro Jade Druid dovremo stare attenti a due cose: Primordial Drake dal turno 6 in poi (nonostante il costo 8 non dobbiamo dimenticare Innervate) e Gadgetzan Auctioneer (per il quale dovremo assolutamente avere una risposta immediata).

HUNTER. Siamo favoriti contro tutte le altre tipologie di Hunter. Molto semplicemente, nei mirror saranno loro a dover rispondere alle nostre giocate, avremo sempre l’iniziativa se giochiamo bene e non avranno mai il controllo della partita. Ci basterà spingere danni ed effettuare trade intelligenti, vinceremo dal board o grazie al burst dalla mano. Tutto un effetto “snowball” che parte da un buon mulligan.

MAGE. Siamo favoriti. Poco da dire, non godono di taunt o cure, nonostante i turni di immunità grazie al nostro hero power non dovremmo avere difficoltà a dominare la partita.

Il piano è vincere l’early game, costringendoli a rispondere alle nostre giocate anziché a sviluppare il proprio gameplan, spingere danni finché ci è possibile dal board nei primi turni e successivamente farlo tramite Unleash the Hounds, Dispatch Kodo e Kill Command dalla mano.

Ove possibile, abbandoniamo il board nel midgame ma cerchiamo di riconquistarlo post turno 9 per avere dei danni da applicare subito qualora il nostro avversario dovesse spendere il turno per curarsi con Alexstrasza.

PRIEST. Siamo decisamente sfavoriti. Poco da dire, grazie a Potion of Madness possono rubare la nostra Kindly Grandmother e godere del suo deathrattle sul loro board. Questo basterà a chiudere la partita a loro favore. Per quanto ci sarà possibile, il piano sarà quello di spingere danni face tradando solo [Priest of the Fiest] e nonostante il prete sia il nostro avversario, saremo noi a pregare che non abbia soluzione alcuna per la gestione del board.

SHAMAN. Siamo tra il leggermente favoriti e il 50/50. Le regole sono le stesse applicate contro Murloc Paladin. Teniamo un Kill Command per gestire la prima Thing from Below e apriamoci la strada verso altri danni face.

Sfruttiamo a dovere unleash the hounds in combo con le altre carte del deck quali Timber Wolf e [Scaveging Hyena] e non dovremmo avere difficoltà a infliggere abbastanza danni per chiudere il game. Occhio, come sempre, a un possibile lethal avversario per mezzo di Bloodlust. Valutiamo pochi trade turno per turno.

WARLOCK. Ahahah.

Direi che questo è quanto, grazie per aver letto questa rapida guida! Ora andate a spammare “I will hunt you down!”

 




Twitch trendsetter, translator, gamer since forever | HearthStone high legend player | infinite arena player | videogame e-prophet







Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2017 Team QLASH