Uno sciamano ibrido dalle grandi capacità

17 May 2017

Elemental Shaman, il deck ibrido di VKing

Ciao amici!
Sono tornato con un’altra guida per un mazzo un po’ particolare, come piacciono a me! Questa volta voglio introdurvi all’Elemental Shaman, un deck con match-up particolarmente favorevoli contro Aggro/Token Druid, Midrange Hunter, Control Paladin e Miracle Rogue.

La lista è una composizione ibrida di elementi estremamente anti-aggro e value. Presenta sei o sette carte AoE (la variabile in questo caso è Kalimos, Primal Lord, che potremmo utilizzare per i 3 danni sul board avversario), taunt grandi e piccoli e una buona dose di cure a propria disposizione.

Grazie alla flessibilità offerta dai Servant of Kalimos, alla forza del pacchetto Jade e alla possibilità di burst offerta dalla combinazione Hex o Devolve insieme a Kalimos o Blazecaller, ci è possibile vincere anche contro mazzi Control.
Quando riteniamo di trovarci contro mazzi aggressivi, andiamo subito alla ricerca delle nostre AoE e dei nostri servitori per l’early game, mentre nei matchup Control/Value cerchiamo da subito sinergie elementali e Servant of Kalimos.

Alcune inclusioni particolari

Gluttonous Ooze: Una carta pressoché insostituibile, spesso è esattamente quello che serve contro Pirate Warrior per chiudere il game e risulta anche molto utile contro Midrange/Murloc Paladin.

Volcano: Questo removal estremamente versatile ci consente un board clear garantito sui tanti servitori aggressivi delle liste più popolari (Aggro Druid su tutti) e ha anche l’opzione di essere impiegato per risolvere un minion particolarmente scomodo in alcuni momenti della partita (penso ad esempio a un early Edwin VanCleef, a una Bittertide Hydra o a un Primordial Drake). Qualora il meta non presenti molti aggro, è possibile valutare la sostituzione di questa carta con una seconda copia di Blazecaller.

Stonehill Defender: Troppi i taunt dal valore infinito targati Shaman che è possibile trovare tramite il discover di questa carta. Provare per credere.

Matchup

Aggro/Token Druid: siamo estremamente favoriti.
Cerchiamo Devolve, Maelstrom Portal, Fire Fly, Jade Claws, Lightning Storm e Bloodmage Thalnos se abbiamo il Coin a nostra disposizione. Elemental Shaman
Bloodmage senza la moneta a nostra disposizione va tenuto solo se abbiamo già Maelstrom. Qualora una delle carte precedenti sia già a disposizione dal mulligan, possiamo valutare l’ipotesi di un keep su Tar Creeper, Hex e Volcano. (Hex può sembrare uno spreco, ma in realtà è l’unica risposta sensata a un early Vicious Fledgling). La nostra win condition in questo match è piuttosto semplice: dobbiamo inibire le sue capacità offensive grazie ai nostri board clear e alle nostre AoE, mettendo al tempo stesso sul board dei servitori con molti punti vita che possano contrastare l’aggressività del mazzo Druid. Devolve funziona a meraviglia su tutti i pezzi a basso costo buffati da Mark of the Lotus o Power of the Wild. Ancora meglio, un Devolve sui Living Mana avversari sarà sinonimo di vittoria certa. Hex e Volcano non lasciano scampo alla Bittertide Hydra.

Jade Druid: siamo leggermente favoriti.
Molto in breve, il Druido ha difficoltà nel gestire servitori con molti punti vita, il nostro approccio a questa partita dunque sarà leggermente più sul “Tempo” che sulla “Reattività”. Creiamo un board che sia complesso da risolvere per il nostro avversario, conserviamo Hex per Aya Blackpaw e (ove possibile) per Primordial Drake. Non dobbiamo aver timore di impiegare le nostre AoE nell’early game, poiché nelle fasi avanzate i danni potrebbero non essere sufficienti. In quel caso potremo affidarci a un buon Devolve.

Midrange Hunter: siamo estremamente favoriti.
Cerchiamo da subito Maelstrom Portal, Fire Fly, Jade Claws, Lightning Storm, Bloodmage Thalnos e Tar Creeper. Il keep di Devolve è accettabile qualora si abbia già a propria disposizione un’altra AoE. Hex è troppo (TROPPO) forte contro Savannah Highmane). I Jinyu Waterspeaker ci aiuteranno con le cure di cui abbiamo bisogno nel midgame. Lo stile di gioco è simile a quello che andremmo ad attuare contro Aggro Druid: AoE sui primi accenni di board avversario e imposizione dei nostri servitori con molti punti vita, seguiti dalle cure nel mid/late game. Hex sulle Highmane è quasi sempre sinonimo di vittoria.

Secret Mage: siamo leggermente sfavoriti.
Cerchiamo Fire Fly, Jade Claws, Tar Creeper, Bloodmage Thalnos. Se il Secret Mage fa una delle sue aperture perfette, abbiamo onestamente poche speranze di vittoria. Data la natura reattiva del nostro deck, carte come Counterspell o Spellbender annullano le nostre capacità di rispondere in maniera efficace. A volte riusciamo a stabilizzare bene la partita e avendo la possibilità di fare alcuni play-around sui segreti (possiamo deviare una Mirror Entity con Fire Fly o un Counterspell con Maelstrom Portal) possiamo aggiudicarci il match. Importantissime le cure, che in particolare in questo scontro risulteranno fondamentali visto che non possiedono chiusure importanti come Pyroblast/Archmage Antonidas/Medivh, the Guardian.

Burn Mage/Freeze Mage: dipende dalla varie versioni in circolazione, siamo leggermente sfavoriti o molto sfavoriti.
Un brutto match-up per noi, dove tutto si risolve in poche battute. Dobbiamo cercare di arginare i danni il più possibile e il 90% del lavoro è affidato alle nostre cure (Kalimos, Jinyu) e a Hex su Alexstrasza. Dobbiamo assolutamente cercare altre fonti di cura dai Servant of Kalimos. È importante non riempire mai completamente il board, dobbiamo sempre avere uno slot a nostra disposizione per giocare una cura, dunque evitiamo di estenderci tramite hero power o servitori a basso costo nelle fasi finali della partita. Se la lotta per la vittoria si trasforma in un Value game, possiamo anche farcela.

Midrange/Murloc Paladin: a seconda delle versioni, siamo leggermente sfavoriti o molto favoriti.
Cerchiamo da subito Fire Fly, Devolve, Maelstrom Portal, Lightning Storm, Hex, Tar Creeper, Jade Claws. Volcano se abbiamo il Coin: per tenerlo senza dobbiamo già avere almeno una delle altre carte. Devolve su un board buffato è veramente devastante per il Paladino. Hex e Jade Lightning sono delle buone soluzioni per i loro Murloc Warleader, anche se è preferibile impiegare Hex su Tirion Fordring o sui servitori potenziati da Spikeridged Steed. Cerchiamo di non essere greedy con le nostre AoE, impieghiamole se vediamo una buona opportunità poiché conservare troppe carte in mano può ricevere la severa punizione di Divine Favor da parte del nostro avversario. Facciamo del nostro meglio per giocare attorno alle attivazioni dei segreti ottenuti dalla Hydrologist e stabilizziamo la partita grazie ai nostri servitori con tanti punti vita e ai nostri effetti di cura.

Control Paladin: siamo favoriti o molto favoriti.
Molto in breve, in questo match-up è importante non estendersi eccessivamente su board subendo la punizione severa di Equality. Fare sempre molta attenzione a un possibile Sunkeeper Tarim. Se possiamo impiegare Devolve per risolvere un servitore buffato con [Spikeriged Steed], facciamolo. Non vogliamo arrivare impreparati, senza la nostra Hex, contro Tirion Fordring. Non dimentichiamoci di conservare la nostra Ooze per risolvere Ashbringer anziché “sprecarla” contro Truesilver Champion. Il nostro deck presenta ottime soluzioni Value per imporre il proprio gioco nel lategame. Kalimos impiegato per lo spawn degli Earth Elementals è favoloso quando abbiamo già forzato le AoE del nostro avversario. Le cure, in questo caso, saranno quasi sempre impiegate sul board anziché sul nostro eroe e, come sempre in questo tipo di scontri, il valore aggiunto dei Servant of Kalimos sarà fondamentale per la vittoria.

Priest: a seconda delle versioni, siamo leggermente sfavoriti o molto sfavoriti.
Contro Silence Priest è praticamente un 50/50 se siamo in grado di impiegare Hex o Devolve per rispondere ai loro servitori buffati, impedendo loro di pescare troppe carte dalle loro Northshire Cleric. Dragon Priest è uno scontro terribilmente polarizzato e quasi impossibile da vincere. Per quanto possibile, dobbiamo cercare di essere aggressivi sperando che manchino risposte al nostro avversario, non ci è concesso molto altro.

Quest Rogue: siamo molto sfavoriti. Quasi impossibile portare a casa questo scontro, un Devolve impiegato sui loro Igneous Elemental potrebbe rallentarli a sufficienza. Attuiamo un ruolo aggressivo per quanto ci è possibile: Flametongue Totem potrebbe darci la giusta spinta.

Miracle Rogue/Arcane Giants Rogue: siamo molto favoriti. Cerchiamo da subito Fire Fly, Tar Creeper, Mana Tide Totem, Jade Claws, Hex, Devolve. Molto spesso queste partite si riassumono nel dover rispondere a un numero di minacce compreso tra 4 e 6. Devolve su Edwin VanCleef, Questing Adventurer o Sherazin, Corpse Flower è quasi sempre sinonimo di vittoria. Hex è un’ottima soluzione per gli Arcane Giant. Anche Volcano spesso è più che sufficiente. Il resto delle minacce offerte dal Rogue è gestibile coi nostri servitori, con le altre spell a nostra disposizione (Jade Lightning su Gadgetzan Auctioneer) o con i battlecry dei nostri minion a maggior impatto (Blazecaller/Kalimos, Primal Lord). Cerchiamo di utilizzare a dovere le cure a nostra disposizione per evitare di farci sorprendere dalle varianti con Leeroy Jenkins. Easy win.

Pirate Warrior: siamo leggermente sfavoriti.
Cerchiamo sempre Fire Fly, Maelstrom Portal, Jade Claws, Tar Creeper, Gluttonous Ooze. Se abbiamo una qualsiasi delle carte precedenti, possiamo tenere anche un Jinyu. Come avviene per gli altri matchup aggressivi, la chiave della vittoria sta nella gestione dei primi turni, impieghiamo le nostre AoE per risolvere il board nell’earlygame e posizioniamo Ooze e taunt a nostra protezione. Hex o Jade Lightning sono delle buone riposte per il Frothing Berserker che non deve assolutamente sfuggirci di mano. Stabilizziamo il board e cerchiamo tutte le cure possibili da impiegare sul nostro eroe.

Quest/Control Warrior: scontro alla pari.
Siamo leggermente favoriti contro Control, leggermente sfavoriti contro Quest. Contro Quest Warrior, cerchiamo di forzare delle Brawl il prima possibile e in questo modo potremo imporre molti servitori sul tavolo di gioco per contrastare il potere eroe di Ragnaros post-attivazione della Quest. Contro Control Warrior, invece, possiamo tentare di trascinare la partita fino alla fatigue. Solitamente si tratta di dover risolvere 3 minacce fondamentali, cosa per noi semplice grazie a Hex/Devolve. Conserviamo la Ooze per la gestione della Gorehowl. Troviamo tutto il valore possibile dai Servant of Kalimos, cercando anche (ove possibile) di trovare altri Servant of Kalimos in un effetto “matrioska”.

Grazie a tutti per aver letto questa breve introduzione all’Elemental Shaman, per la cui lista devo ringraziare Crash_Overlord: spero possa farvi divertire e, come sempre, farvi vincere la maggior parte dei game!
Alla prossima!


Twitch trendsetter, traduttore, gamer dalla nascita | HearthStone high legend player | infinite arena player | divulgatore del verbo del videogame






Comments

comments


Newsletter
home | quickmail | privacy policy | 2017 Team QLASH