9 Aug 2017

Hearthstone Academy: l’intervista a Gabriele “Cucca” Cuccarini

‘Cucca’ è un giocatore di Hearthstone con parecchia esperienza sulle spalle. Ha partecipato a diverse competizioni, ottenendo alcune vittorie ad eventi LAN, come quello al Level Up di Roma. Inoltre ha partecipato ad IGL nel team RedStar con il suo attuale compagno di team, ‘Bubbachuck’. Conosciamo meglio questo ragazzo, che promette molto bene!

Ciao, vuoi presentarti brevemente?
“Mi chiamo Gabriele “Cucca” Cuccarini, ho 20 anni e sono di Roma.”

Parlaci un po’ di te e delle tue esperienze nel gaming competitivo.
Ho scoperto Hearthstone tramite amici: ho cominciato poco prima dell’uscita di Naxxramas ma poi ho smesso di giocare e ho iniziato nuovamente poco prima dell’uscita di League of Explorers.

Durante la mia carriera esportiva ho fatto parte del Team Powned, prima di entrare nella multigaming Impact Gaming.

Ho partecipato a numerosi tornei, principalmente Lan, di cui i due più importanti sono stati quelli vinti alla sala Lan Level Up di Roma.

Cosa pensi del progetto QLASH Academy?
Quando QLASH è nata non mi aspettavo una crescita così rapida. Pensavo che la sezione di Hearthstone sarebbe stata accompagnata da altre dopo parecchio tempo, ma sono lieto di essermi sbagliato.

Questo ampliamento su diversi giochi potrebbe finalmente dare all’esport italiano la spinta necessaria per affermarsi su un altro livello. La competitività in cui si troveranno team ufficiali e Academy provocherà un continuo tentativo di superarsi a vicenda, facendo sì che tutti i giocatori si vadano a impegnare al massimo delle loro abilità.

Qual è la tua classe preferita?
Direi decisamente Mage, con la quale ho circa 1800 vittorie in ladder, buona parte ottenuta tramite il Tempo Mage.

Non a caso il Flamewaker è l’unica carta dorata che abbia mai craftato, nonché l’unica rimasta nella mia collezione Wild. Ho giocato abbastanza anche Reno e Freeze Mage, anche se non mi hanno entusiasmato quanto il Tempo Mage, nonostante siano archetipi che mi piaccia giocare.

Cosa pensi del meta attuale?
Uno dei più particolari degli ultimi anni. Mai visti così tanti deck/classi competitivi insieme, nel bene e nel male.

Infatti, se da una parte è importante poter giocare la propria classe preferita, dall’altra questa enorme varietà determina troppi matchup da gestire nella ladder e una conseguente situazione di confusione nella quale highrollare i matchup più adatti è quanto mai vitale.

Se di solito è presente la situazione Deck Tier 1, counterato dai Tier 2, counterati dai Tier3, quella attuale, in cui molti deck si counterano a vicenda stando tutti nei primi 2 Tier, genera una difficile interpretazione della ladder.

Cosa credi che modificherà nel meta l’arrivo della nuova espansione?
“Definire una previsione del meta con così poche carte rilasciate è abbastanza utopistico.
Mi auguro un meta più definito, necessario specialmente in ottica torneistica, e una risalita del Warlock.

Consigli per coloro che vogliono approcciarsi al competitivo?
“Diciamo che la maggior parte dei player pensa di essere competitiva facendo Legend di tanto in tanto, quando “si impegnano”.

L’essere competitivi è esattamente il contrario: fare Legend anche quando non se ne ha la minima voglia, giocare le Open Cup serali e stare sempre con il cervello acceso.

Non pensare semplicemente a vincere il game, bensì a giocare alla perfezione massimizzando le possibilità di vittoria in ogni situazione, anche quelle disperate.”

Grazie a Cucca e GL per i prossimi eventi!


Blogger emergente | "La mia vita per l'orda" | Amante di manga | Giocatore di TCG






Comments

comments


Newsletter
mail us || privacy policy || 2017 Team QLASH